Il Borgo Medioevale di Preabocco

© 2014
HOME ESTATE WINES HISTORY IMAGES CONTACTS
Preabocco è un caratteristico borgo medioevale contraddistinto  alle strade  strette, dalle corti chiuse e dalle poderose inferriate alle finestre che lo denotano  come centro fortificato, fino a duecento anni fa , guardato a vista dal Castello della  Corvara .   La maggior parte delle sue abitazioni risalgono al XV e XVI secolo e particolare è  l’edificio posto più a nord del borgo, conosciuto come “Palazzo”, ove ancora si  denotano i resti di nobili decorazioni sulla parte esterna superiore, nonché visibile  è anche la sede di una importante meridiana , asportata probabilmente all’inizio  del secolo. Nel piccolo antico nucleo del borgo di Preabocco si presenta al visitatore, appena  restaurata e pulita nelle forme, nell’intonaco chiaro, in una piazza sgombra ed  ordinata, la chiesetta romanica del XIII secolo denominata Santa Maria della  Grazie. E’ interessante constatare che adiacente al campanile, con le quattro  aperture arcuate della cella campanaria, una porta dall’architettura in pietra -  probabilmente in passato quella principale di entrata al borgo -è stata murata ;  esiste oggi un’altra apertura, con un portale ad arco a tutto sesto verso la  campagna e il fiume. La chiesa, per quel che riguarda la sua disposizione interna,  potrebbe aver subito una rotazione di 180 gradi su se stessa, organizzando  l’abside verso l’abitato e la montagna vicina. La chiesetta possiede una  interessante pala alare nella quale, i tre santi protettori delle malattie gravi - San  Nicola da Bari, San Sebastiano e San Rocco - campeggiano in primo piano rispetto  ad uno sfrondo che si fa via via più sfumato e smorzato nei colori. La pala, “ritagliata” nella parte superiore dall’arco a tutto sesto della  cornice, è stata recentemente restaurata con le risorse economiche reperite  dalla comunità di Preabocco.  Nella Mappa del Tirolo del cartografico Giacomo Cantelli da Vignola, datata  1686 veniva dato risalto al borgo di Preabocco, indicandone l’importanza  rispetto alle contrade vicine.  La località Fenilon, grazie allo stradario datato 1589, risulta essere sorta su  una via di grande comunicazione, detta allora Via Trentina, che ritroveremo  più tardi indicata come Strada Imperiale, la quale seguiva la destra Adige,  passava per Avio, entrava in territorio veneto a Mama e proseguiva per  Belluno, si raccordava con importo volante di Rivalta, procedeva per  Brentino ( in contrada Crearo), Preabocco ed Incanale. Queste contrade  venivano attraversate da un itinerario militare adottato già nel 1700  dalle  truppe asburgiche, dopo la guerra di secessione spagnola, per raggiungere Mantova e la Bassa Padana. Sull’ansa del fiume Adige,  pochi metri a sud della località Fenilon, sulla sua riva destra, forzato da un restringimento naturale, era posta una stazione doganale ,  segno di una grande attenzione in quella zona  di confine tra Trentino e Veneto . La strategica posizione difensiva  di queste langhe  venne utilizzata anche da Reparti dell’Esercito Italiano che vi si attestarono durante una delle ultime e decisive  fasi della Grande  Guerra, mentre il fronte si era delineato sul gruppo delle Alpi del Brenta e sull’Altopiano di Asiago. 
Casa del 1600 nel Borgo di i Preabocco (VR) Preabocco nella Mappa del Tirolo datata 1686 di Giacomo Cantelli da Vignola Chiesa Santa Maria delle Grazie di Preabocco (VR) Antico Fenilon, Vino e spumate metodo classico cuvee a Preabocco di Brentino Belluno, Val d'Adige
Production Estate of Fine and High Quality Sparkling Wines ” ANTICO FENILON “ - Fam. Secchi  Loc. Fenilon in Fraz. Preabocco di Brentino Belluno ( Valdadige )  - VR - ITALY - Tel. & fax +39 (0)464 684051 / Mob. +39 339 2467186 - Email info@anticofenilon.it  
ITA  |  ENG DEU