© 2014
HOME ESTATE WINES HISTORY IMAGES CONTACTS

...Come eravamo

Antico Fenilon, Vino e spumate metodo classico cuvee a Preabocco di Brentino Belluno, Val d'Adige
Il Borgo di Preabocco Preabocco è un caratteristico borgo  medioevale contraddistinto  alle  strade strette, dalle corti chiuse e  dalle poderose ...altro  Cliccate sulla foto per accedere  alla pagina sul borgo medioevale  di Preabocco.
Production Estate of Fine and High Quality Sparkling Wines ” ANTICO FENILON “ - Fam. Secchi  Loc. Fenilon in Fraz. Preabocco di Brentino Belluno ( Valdadige )  - VR - ITALY - Tel. & fax +39 (0)464 684051 / Mob. +39 339 2467186 - Email info@anticofenilon.it  

Un po’ di Storia.

Il toponimo Fenilone è la versione italianizzata, usata nella tavoletta dell’I.G.M. del termine dialettale Fenilon, dal plurale latino fenilia , a  sua  voltata fenum. Nel 1600 la località, alla quale è abbinato un grande ed imponente rustico, appartenne alla famiglia Brenzoni, poi  passò ai Sanguinetti, ai Marchi, ai Monga, ai Provolo; attualmente sono proprietari i Secchi di Avio. E’ naturale pensare all’allevamento  del bestiame, attività che richiedeva la pratica dello stoccaggio del fieno.  La località Fenilon, grazie allo stradario datato 1589, risulta essere sorta su una via di grande comunicazione, detta allora Via Trentina,  che ritroveremo più tardi indicata come Strada Imperiale, la quale seguiva la Destra Adige, passava per Avio, entrava in territorio  veneto a Mama e proseguiva per Belluno, si raccordava con il porto volante di Rivalta, procedeva per Brentino ( in contrada Crearo),  Preabocco ed Incanale. Queste contrade venivano attraversate da un itinerario militare adottato nel 1700 già dalle truppe asburgiche,  dopo la guerra di secessione spagnola, per raggiungere Mantova e la Bassa Padana.   Sull’ansa del fiume Adige, pochi metri a sud della località Fenilon, sulla sua riva destra, forzato da un restringimento naturale, era posta  una stazione doganale , segno di una grande attenzione su quella zona  confinaria tra Trentino e Veneto . La strategica posizione  difensiva  di queste langhe venne utilizzata anche da Reparti dell’Esercito Italiano che vi si attestarono durante una delle ultime fasi  della Grande Guerra, mentre il fronte si era delineato sul gruppo delle Alpi del Brenta e sull’Altopiano di Asiago. 
Fenilon è il fulcro della Famiglia Secchi ed è testimonianza della tradizione vitivinicola  tramandata da padre in figlio, con immutata passione, cura e rispetto.   Tutto ebbe inizio nel 1913 quando l’intraprendente nonno Alfredo, a soli 19 anni,  grazie a una piccola eredità, riuscì ad acquistare in Trentino, il primo appezzamento di  vigneto.   Qualche anno dopo, passando da Preabocco, piccolo borgo nel comune di Brentino-  Belluno, rimase colpito da un antico casale circondato da un appezzamento di terreno  coltivato non solo a  frumento, cachi, pesche ma destinato anche alla coltivazione di  uva da tavola e da vino.   Seppur giovane, aveva alle spalle una consolidata tradizione vinicola, così nel 1922 si  costruì la sua cantina ad Avio e con i guadagni ottenuti dalla vinificazione delle uve  trentine riuscì a realizzare il suo sogno nel 1925, acquistando proprio quel casale e  quel terreno: il Fenilon.   Nonno Alfredo aveva però bisogno di manodopera perché il precedente proprietario  del terreno aveva portato con sé gli operai e così, tramite un’inserzione sul giornale  L'Arena, arrivarono i nuovi fattori. Provenivano dall'Altipiano di Asiago e iniziarono ad  abitare  Preabocco, dove ancora  oggi vivono i loro discendenti.   Inizialmente una parte della frutta  prodotta veniva destinata ai  
mercati, l'altra era trasportata dai contadini a spalle in grandi ceste, percorrendo il  sentiero di montagna composto da oltre 900 gradini, fino al santuario della  Madonna della Corona ,dove veniva venduta ai numerosi pellegrini.   A partire dagli anni ’50 fino agli anni '60, seguendo l'innata passione per i vini,  nonno Alfredo, assieme ai figli Romano e Alfeo enologo,  trasformarono tutto  l'appezzamento in vigneto.  Nel 1966 prematuramente scomparse il fratello Alfeo e Romano,  rimasto solo alla  guida dell’Azienda, dovette prendere la decisione importante di chiudere la cantina di famiglia  e conferire tutto il raccolto nella vicina  cantina sociale di Avio della quale  fu anche un promotore.  Oggi, i figli Roberto, Laura, Lorenza e Mauro guidati dallo stesso amore e dall'intraprendenza  che il padre Romano ha tramandato  loro, continuano la tradizione di famiglia. Rinasce così  l'Azienda Fenilon,  mantenendo viva la passione  verso una terra ricca e  generosa. Con la preziosa collaborazione del cantiniere-sommelier Matteo Stella,  è stata pienamente recuperata l'essenza migliore  delle uve dalle fragranze sincere e fruttate che voi potrete assaporare degustando  la freschezza, la corposità e il brio dei  vini  dell’Antico Fenilon.
Santuario Madonna della Corona di Brentino Belluno (VR)
ITA  |  ENG DEU
HISTORY